SEDE PERMANENTE:

 

Spazio E

Alzaia Naviglio Grande, 4  MILANO

Indicativamente, quando ci sono mostre in corso: aperto dal mercoledi al sabato ore 15-19

Domenica ore 11 -19

Ingresso Libero. 

tel. 02.58.10.98.43

 

 

Per informazioni mostre e artisti:

galleria.zamenhof@gmail.com

 

Per acquistare opere degli artisti trattati: cell. 333.80.322.46

 

SEDI ESPOSITIVE CONSOCIATE:

 

Spazio Libero 8

Alzaia Naviglio Pavese,8 - MILANO

 

MUEF Art Gallery

via Angelo Poliziano, 78b - ROMA

 

Galleria del Rivellino

via Baruffaldi, 6 - FERRARA

 

Galleria ItinerArte

Rio Terà della Carità -1046 Dorsoduro  - VENEZIA

 

ZAMENHOF ART in 3 punti e poche parole

 

1. Dal 1998 ad oggi Zamenhof Art ha organizzato oltre 400 mostre a Milano, Roma, Napoli, Torino, Venezia,  Ferrara, Piacenza, Lecce e in tutta Italia e realizzato circa 150 cataloghi d'arte, una decina dei quali con l'Editoriale Giorgio Mondadori.

 

2. Gli spazi gestiti in permanenza, dal 1998 ad oggi, a Milano, sono stati : la Basilica di S. Celso (1999-2002), l'Atelier Chagall (2003-2013), la Galleria Mirò (2005/2006), la Galleria Zamenhof (2008-2013), lo Spazio E (dal 2013). A Torino: la Galleria20 (2013/2014). A Ferrara, 2015-2016 la Camel Home Gallery.

 

3. Tra gli spazi più prestigiosi che hanno ospitato mostre e progetti Zamenhof Art, nel corso degli anni, ricordiamo: Castel dell'Ovo a Napoli (2016), Palazzo Racchetta a Ferrara (2010-2015), Palazzo Zenobio a Venezia (2012), Castello di Carlo V a Lecce (2010, 2011, 2012), Castello Estense di Ferrara (2010), Pinacoteca Civica e Palazzina Liberty di Imperia (2009), Castello Malaspina di Massa (2010), Palazzo Guidobono a Tortona (2012)

 

Pur avendo talvolta (raramente) realizzato mostre o cataloghi di artisti storici o storicizzati (come ad esempio Mario Schifano o Riccardo Licata), l'attività di Zamenhof Art è rivolta principalmente alla promozione di artisti giovani o comunque emergenti, out-siders, selezionati sulla base della qualità e dell'originalità, senza nessuna indulgenza a fenomeni di moda, a ragioni di censo o a clientelismi: artisti che siano capaci di coniugare perizia di esecuzione tecnica e freschezza di idee, tradizione e avanguardia, radici culturali e originalità.

SPAZIO E (ex Atelier Chagall)

Lo Spazio E (già Atelier Chagall) di Milano è una piccola galleria che si affaccia nella pittoresca cornice di uno dei più caratteristici cortili della vecchia Milano dei Navigli. Lo spazio è stato inaugurato nell’ottobre 2003 col nome di "Atelier Chagall" quale show room ed emanazione diretta del Centro Culturale “Apollo e Dioniso”, dopo che per tre anni, dal 1999 al 2002, la sede delle varie attività culturali era stata la Basilica di San Celso, sempre a Milano, da cui l’Atelier Chagall ha raccolto l’ideale testimone, almeno per quanto concerne l’organizzazione di mostre.

L’associazione culturale Apollo e Dioniso è stata fondata da Virgilio Patarini e dal 2000 è diretta da Patarini stesso e da Valentina Carrera. Dal 1998 al 2009 Apollo e Dioniso ha ideato, selezionato, organizzato, allestito e promosso oltre 150 mostre, principalmente d’arte contemporanea (pittura e scultura) italiana e straniera, ma anche di fotografia, di icone antiche e moderne, di artigianato artistico, non solo a Milano. E poi spettacoli, concerti, rassegne tematiche multidisciplinari. Delle mostre ha curato ogni fase: dalla scelta di temi, opere e artisti, al reperimento di spazi espositivi adeguati, all’allestimento, alla realizzazione di inviti e manifesti, alla pubblicizzazione e ufficio stampa, alla realizzazione (ove richiesto) dei cataloghi.

Dal 2009 Apollo e Dioniso (Atelier Chagall) e l’associazione Zamenhof 11 (Galleria Zamenhof) sono confluite in un’unica associazione culturale denominata “Zamenhof Art” diretta da Patarini e Carrera

Dal settembre 2013 l'Atelier Chagall è stato ristrutturato e riorganizzato, prendendo il nome di "Spazio E", sotto la direzione artistica di Valentina Carrera.