SEDI PERMANENTI:

 

Spazio E

Alzaia Naviglio Grande, 4  MILANO

Indicativamente, quando ci sono mostre in corso: aperto dal mercoledi al sabato ore 15-19

Domenica ore 11 -19

Ingresso Libero. 

tel. 02.58.10.98.43

 

Galleria del Cammello

Camel Home Gallery

Via Cammello, 33 - FERRARA

Solo su appuntamento

cell. 333.80.322.46

 

Per informazioni mostre e artisti:

galleria.zamenhof@gmail.com

 

Per acquistare opere degli artisti trattati: cell. 333.80.322.46

 

SEDI ESPOSITIVE CONSOCIATE:

 

Spazio Libero 8

Alzaia Naviglio Pavese,8 - MILANO

 

MUEF Art Gallery

via Angelo Poliziano, 78b - ROMA

 

Galleria del Rivellino

via Baruffaldi, 6 - FERRARA

 

Galleria ItinerArte

Rio Terà della Carità -1046 Dorsoduro  - VENEZIA

 

ZAMENHOF ART in 3 punti e poche parole

 

1. Dal 1998 ad oggi Zamenhof Art ha organizzato oltre 400 mostre a Milano, Roma, Napoli, Torino, Venezia,  Ferrara, Piacenza, Lecce e in tutta Italia e realizzato circa 150 cataloghi d'arte, una decina dei quali con l'Editoriale Giorgio Mondadori.

 

2. Gli spazi gestiti in permanenza, dal 1998 ad oggi, a Milano, sono stati : la Basilica di S. Celso (1999-2002), l'Atelier Chagall (2003-2013), la Galleria Mirò (2005/2006), la Galleria Zamenhof (2008-2013), lo Spazio E (dal 2013). A Torino: la Galleria20 (2013/2014). A Ferrara, 2015-2016 la Camel Home Gallery.

 

3. Tra gli spazi più prestigiosi che hanno ospitato mostre e progetti Zamenhof Art, nel corso degli anni, ricordiamo: Castel dell'Ovo a Napoli (2016), Palazzo Racchetta a Ferrara (2010-2015), Palazzo Zenobio a Venezia (2012), Castello di Carlo V a Lecce (2010, 2011, 2012), Castello Estense di Ferrara (2010), Pinacoteca Civica e Palazzina Liberty di Imperia (2009), Castello Malaspina di Massa (2010), Palazzo Guidobono a Tortona (2012)

 

Pur avendo talvolta (raramente) realizzato mostre o cataloghi di artisti storici o storicizzati (come ad esempio Mario Schifano o Riccardo Licata), l'attività di Zamenhof Art è rivolta principalmente alla promozione di artisti giovani o comunque emergenti, out-siders, selezionati sulla base della qualità e dell'originalità, senza nessuna indulgenza a fenomeni di moda, a ragioni di censo o a clientelismi: artisti che siano capaci di coniugare perizia di esecuzione tecnica e freschezza di idee, tradizione e avanguardia, radici culturali e originalità.

Visite illustri e qualche curiosità

 

 

 

 

Virttorio Sgarbi allo Spazio E (già Atelier Chagall), durante il suo mandato come assessore alla cultura di Milano

 

 

 

 

Virttorio Sgarbi allo Spazio E (già Atelier Chagall), durante il suo mandato come assessore alla cultura di Milano mentre rilascia un'intervista.

    Izabella Lubiniecka e Riccardo Licata a Palazzo Zenobio, Venezia

      Virgilio Patarini e Riccardo Licata a Palazzo Zenobio, Venezia

 

 

 

 

L'attrice Dalila Di Lazzaro alla premiazione del Premio Il Segno 2010, galleria Zamenhof, settembre 2010

 

 

 

Dalila Di Lazzaro con Giovanni Cavazzon, vincitore del Premio Chagall per la migliore opera figurativa, alla premiazione del Premio Il Segno 2010, galleria Zamenhof, settembre 2010

 

 

 

 

 

Marina Speranza e Rossana Bossaglia all'inaugurazione della mostra "Anteprima Post-Avanguardia", galleria Zamenhof, dicembre 2009. Alle loro spalle il pittore e poeta Bruno Moretti Sanlorano.

 

 

 

 

Da sinistra: Virgilio Patarini, Sergio Dangelo e Giovanni Marinelli visitano la mostra di Marinelli, "Il tempo del silenzio", galleria Zamenhof, marzo 2010

 

 

 

 

Lorella Salvemini Pagnucco (direttrice della rivista Arte In) con il fotografo Giovanni Marinelli durante l'inaugurazione della mostra  "Il tempo del silenzio", galleria Zamenhof, marzo 2010

 

 

 

 

 

Virgilio Patarini e Paolo Levi durante la premiazione del Premio Il Segno 2009, galleria Zamenhof, settembre 2009

 

 

 

 

Al centro: Rossana Bossaglia durante la premiazione del Premio Il Segno 2009

 

 

 

 

Da sinistra: la pittrice Fiammetta Pancera, Mario Pancera (direttore della Rivista "Arte" negli anni '90) e Virgilio Patarini (di spalle) durante la premiazione del Segno 2009

 

 

 

 

Da sinistra: Virgilio Patarini, Paolo Levi, Gaetano Fiore, Giuseppe Orsenigo, Luigi Profeta e Alessandro Crini, durante la presentazione del volume Mondadori  "La materia è il colore" alla Galleria Zamenhof nel maggio 2010.

 

 

 

 

Sergio Dangelo con Valentina Carrera durante la mostra di Marinelli, Il tempo del silenzio, marzo 2010

 

 

 

 

La galleria Zamenhof ospita le primarie del PD a Milano, in concomitanza della mostra "Post-Pop, Cattivi soggetti", novembre 2010

 

 

 

 

Giornalisit e fotografi intorno a uno dei quattro candidati (Onida) in corsa alle primarie del PD mentre vota alla Galleria Zamenhof, durante la mostra "Post-Pop, Cattivi Soggetti"

 

 

 

 

In vetrina la performance di Loreprod durante l'inaugurazione della mostra "Post-Pop, Cattivi soggetti"